29/04/14

LXXIII. Le dure sfide della natura (reprise)

Zanzara tigre sfrutta la tensione superficiale
dell'acqua per posarsi... Sì, sì, è chiaro che non
ve ne frega nulla. A voi, vedendo questa foto,
vengono in mente solo frasi blasfeme. Vi com-
prendiamo. (grupposgd.it)
La comunità uroborica a voi tutti salutem dicit. Come state, amici! Il punto esclamativo è d'obbligo, dato che l'ultimo nostro anelito di vita risale al post dell'8 marzo, festa della donna, con tutte le implicazioni simoniane del caso. Dovete essere comprensivi: la vita ci incalza da vicino; gli impegni universitari si affastellano e la vita sociale, già prossima allo zero, si riduce in proporzione, come la sabbia nella parte superiore di una clessidra.
Come se non bastasse, da un paio di notti in qua il Presidente è preso di mira dalle zanzare, che, con il loro costante ronzio vicino all'orecchio, minano il suo dolce sonno e la sua stabilità mentale. Questa mattina (ore 7 circa – lo giuriamo, non è uno scherzo), approfittando dell'esasperazione per una battaglia risoltasi ancora una volta a favore dei culicidi*, la sua Musa è venuto a visitarlo: quello che state per leggere è il risultato, in quartine, di come si può ridurre un uomo, stremato da degli esserini più piccoli di una cagata di daino. Scusate il francesismo.
* Ma solo momentamente, visto che, di lì a poco, le bestiacce moriranno schiccherate da un calzino.

* * *
Ah, la notte!, sacrosanto ristoro 
{Metro: endecasillabo. Schema: rima alternata (ABAB CDCD EFEF GHGH)} 
Ah, la notte!, sacrosanto ristoro

dalle erculee imprese della giornata!
Molto spesso, tuttavia, dormire è oro,
quando la tua pazienza è funestata 
dall'infausto ronzio di una zanzara,

che pianta il suo sifone e dà il tormento,
facendoti imprecar: «Oh, vita amara!»;
e prudon braccia e piedi, e pure il mento. 
A nulla serve bestemmiare il Cristo

e far le ronde fin da mattutino [1],
pazzo di rabbia, armato di scopino,
in cerca della figlia di Mefisto: 
se manchi il colpo, lei ride e vola via.

L'ore passano, e tu ti gratti il viso
berciando a tutti i santi in Paradiso;
frattanto l'alba è arrivata: e così sia.

Note ☞ [1] Nelle ore canoniche della Chiesa, corrispondente a un momento molto tardo della notte (circa le 3). Umberto Echo sarebbe fiero di noi, se leggesse questo post.

* * *

La vita, da queste parti, è difficile, se non si fosse capito. Vi auguriamo di tutto cuore di non incontrare troppe zanzare sul vostro cammino, perché tanto non avete speranza contro le loro avide mascelle. God bless you all!

Nessun commento:

Posta un commento